ZOPPO E COI DENTONI: IL VERO VOLTO DI TUTANKHAMON.

 

Alto, bello, muscoloso, abbronzato, occhi di gatto sapientemente truccati e seduto su un trono dorato… questo è ciò che comunemente ci viene in mente quanto sentiamo parlare del potente faraone Tutankhamon. Eppure recentemente la scienza ha scoperto che l’egiziano più famoso della storia (al suo pari solo Cleopatra) non era ciò che i film e l’immaginario comune ci propinano da sempre.
Nebkheperura Tutankhamon fu un faraone egizio appartenente alla XVII dinastia. Nel 1922 venne scoperta la sua tomba e la sua maschera funeraria divenne uno dei simboli dell’antico Egitto, tanto da portare il grande pubblico ad appassionarsi a piramidi e faraoni. Tutankhamon è conosciuto al mondo come “il faraone bambino” per essere salito al trono tra i 9 e i 10 anni, dopo la scomparsa del faraone Smenkhara.
Qualche anno fa è stata eseguita sulla mummia di Tutankhamon una sorta di autopsia che ha consentito la ricostruzione dell’aspetto del re d’Egitto.
Il faraone bambino venne sepolto quando aveva tra i 17 e i 20 anni e fino ad oggi si pensava fosse stato vittima di un omicidio. La morte di Tutankhamon, invece, la si deve alle sue numerose malattia e malformazioni fisiche, dovute all’incesto dal quale venne al mondo.
L’incesto ai tempi dell’antico Egitto era una pratica comune, specialmente all’interno delle famiglie reali. I bambini nati da questi rapporti erano spesso malati e malformati, assurdo se pensiamo che l’incesto doveva servire a conservare il potere di determinate famiglie. Tutankhamon nacque da un rapporto sessuale tra fratello e sorella, ne consegì che le sue fattezze non erano affatto quelle della sua bellissima maschera dorata.
Il giovane aveva i denti sporgenti, fianchi grossi e larghi, il piede destro equino, il terzo dito del piede sinistro in abduzione e il secondo dito più corto poiché mancava una falange. Inutile dire che a causa di queste malformazioni il faraone era costretto a camminare con un bastone, infatti all’interno della KV62 furono trovati numerosi bastoni da passeggio, una quantità che fino a giorni nostri non aveva trovato giustificazioni. Inoltre solo ora si scopre perchè nelle scene di caccia Tutankhamon era rappresentato sempre seduto. Ma non è finita: oltre a tutto ciò, il faraone soffriva di malattia di Kohler e ossa necrotiche (poiché si era fratturato la gamba sinistra). Si pensa quindi che il grande faraone sia morto a causa delle numerose infezioni donategli dalle sue malattie e malformazioni.
La caduta di un mito? si e no. Certamente l’immagine che abbiamo del faraone è cambiata per sempre… ma fermandoci a riflettere un attimo… quante persone conosciamo in grado di stupirci anche 3000 anni dopo la loro morte?

I commenti sono chiusi.