PARIGI A PIEDI NUDI è una commedia col poster di Pina Bausch

Fiona è una donna canadese che ha ricevuto una lettera da sua zia che vive in un ospizio a Parigi in cui le chiede di salvarla. Così la protagonista parte col suo zaino ma non trova la zia. Inoltre perde il suo zaino che verrà ritrovato da un senza tetto.

Nella commedia, uscita in Italia il 15 maggio, uno degli aspetti più interessanti è il lato visivo: Parigi è rappresentata come una città davvero luminosa con colori complementari e la stessa scenografia ed i costumi sono essenziali per colorare il film. Quasi sembrano stonare con la cupa trama.

Più che sui dialoghi, la pellicola punta sulle situazioni comiche per far ridere. La danza ha un ruolo centrale: la zia Marta era una ballerina, il senza tetto è un appassionato e ha il poster di Pina Bausch nella sua tenda.

Gli attori protagonisti sono anche i registi del film. Il senza tetto fischietterà la canzone di Ultimo tango a Parigi quando passeranno sotto il ponte caratteristico.

Tutti i personaggi sono degli emarginati che stanno pian piano perdendo tutto.

I commenti sono chiusi.